Benvenuti nel nostro corso sul linguaggio Php7. Nei video seguenti vi offriamo una parte del nostro corso per farvi valutare se acquistarlo o meno su una piattaforma esterna d
Corso php7
Feb/01/2017 Video corso Html5
 Apprendi le basi dell'html5 e le sue novità. Imparerai in questo minicorso i nuovi tags semantici, le novità nei forms, ed infine i canvas, drag and drop e le api google. 
Video corso Html5
Nov/14/2016 Video corso Jquery: Impara le basi ed estendi le tue skills in Javascript
Conosci le basi di javascript e vuoi scrivere meno codice ed essere produttivo?. Allora non ti resta che imparare le basi della libreria Jquery. Si tratta di una libreria java
Video corso Jquery: Impara le basi ed estendi le tue skills in Javascript
Ott/21/2016 Video Corso sul CSS 3
Il corso tratta dei fogli di stili a cascata cioè il CSS. Si tratta di un linguaggio che ci consente di stilizzare le nostre pagine web e quindi di estendere le funzionalità d
Video Corso sul CSS 3
Ott/19/2016 Tutorials Drupal 8
In questo video analizzeremo passo passo tutte le fasi per la creazione e pubblicazione on-line di un sito web costruito con drupal 8.
Tutorials Drupal 8
Lug/01/2016 I nostri progetti su git
Guarda i nostri progetti su github:

I nostri progetti su git

I nostri progetti su git
Mag/23/2017 Video Corso Laravel
Impara a sviluppare applicazioni con il framework Laravel. Ti insegneremo a utilizzare il framework per creare rapidamente applicazioni web modulari e facilmente manutenibili.
Video Corso Laravel
Ago/01/2016 Corso php7
Antonio Mercurio

Antonio Mercurio

URL del sito web: http://www.w3web.it
23 SP_MAGGIO 2017

Git si presta la lavoro in team, ma lo scenario che abbiamo creato fino ad ora è di uno sviluppatore che ha realizzato un progetto in locale e vuole mantenere una copia di backup in locale e una versione fotocopia in remoto. Per fare ciò abbiamo eseguito i seguenti passaggi

1- Git init   per inizializzare il progetto
2- Git add .  per aggiungere i files (fase di stage)
3- Git commit --m per committare le modifiche.
4- git push -u origin master per inviare in remoto le nostre modifiche locali.

Può succedere però che un team abbia creato un progetto che si trova su github, e noi siamo entrati nel team giusto ora e vogliamo lavorare sullo stesso progetto senza intaccare l'originale ma lavorando su una nostra copia. In questo caso dobbiamo clonare il progetto originario.
 
#Creazione progetto remoto da clonare

Fingiamoci il team che crea il progetto in remoto e che chiamiamo blog. Andiamo su github e creiamo un nuovo repositorio di nome blog. Adesso il nostro repositorio remoto ha il seguente url https://github.com/tonyubuntu/blog. Ora da terminale spostiamoci nella nostra cartella progetti. Poi digitiamo questo comando

git clone https://github.com/tonyubuntu/blog.git



Alla fine abbiamo clonato il progetto in una cartella blog dentro la cartella progetti. Nel  nostro caso il repositorio remoto era vuoto e ci avvisa anche nel terminale. Ora spostatevi nella cartella blog che è stata clonata. Inseriamo in questa cartella un file di nome prova.txt e poi facciamolo tracciare da git

git add . 



Poi 

git commit --m "primo commit" 


Subito dopo il push 

git push -u origin master

Ora il file prova è anche online.

Creiamo un branch in locale di nome testing 

git branch testing

Poi ci spostiamo in esso

git checkout testing

Creiamo un file di nome testing.txt nella cartella del progetto. Subito dopo

git add .

e poi

git commit --m "primo commit su testing"

Ora 

git push origin testing

  così inviamo il branch in remoto.
 
#Scaricare gli update eseguiti in remoto

Ora abbiamo clonato il repositorio in remoto facendone una copia in locale ed abbiamo modificato lo stesso ed inviato le nostre modifiche in remoto. Se vogliamo però scaricare le modifiche eseguite in remoto da altri ecco come fare.  Eseguiamo prima delle modifiche in remoto sul progetto, per esempio create un  nuovo file. Cliccate
sul pulsante create new file e dategli un nome ed inserite un contenuto. Ora in locale spostatevi nel branch master e digitate questo comando 

git fetch origin master

Cioè intercettiamo le modifiche al branch master in remoto. Ora uniamo i due branch e li sincronizziamo 

git pull origin master



 Adesso quello che abbiamo modificato in remoto si ritrova uguale in locale.  Questi comandi dovete eseguirli ogni volta che viene eseguita una modifica in remoto e vogliamo incorporarla in locale. Apportiamo una modifica da remoto al branch testing. Selezioniamo il nostro branch dalla finestra in alto





poi cliccate su uno dei file del branch e sul pulsante a destra a forma di matita. Eseguite delle modifiche al testo e da locale spostatevi nel branch testing e digitate 

git pull origin testing

Ora che siete nel branch testing in locale dovreste vedere la modifica eseguita in remoto.





23 SP_MAGGIO 2017

Quando creiamo il nostro repositorio all'inizio ed eseguiamo il nostro primo commit, Git crea un branch (ramo) predefinito chiamato master. Immaginiamo un puntatore che si sposta ogni volta che eseguiamo un commit, e si sposta sull'ultimo commit eseguito. Immaginate di aver eseguito tre modifiche nel tempo e qundi tre commit,
Git crea con ogni commit una istantanea delle modifiche e si sposta con il puntatore sul terzo commit eseguito e precisamente lo fa sul branch master. Immaginate che il responsabile del progetto su cui state lavorando vi abbia chiesto una funzione che non volete includere nel progetto che avete appena terminato
e che avete in remoto su github. Potete creare un branch che vi consente di lavorare sui file senza  compromettere i files del branch master.
 
#Creare un branch

Per creare un branch di nome testing digitate questo comando

git branch testing



Ora dovete spostarvi sul branch appena creato per renderlo attivo con questo comando

git checkout testing



Ora provate ad eseguire una modifica al file prova e da terminale  digitate

 git add .


 e poi

git commit --m "modifica prova branch testing"



Ora provate a spostarvi di nuovo nel master e vedete che il file prova non ha l'ultima modifica appena eseguita, perchè stavate lavorando su una copia diversa del progetto ed isolata dal resto. Ecco a cosa servono i branches. Ora create un nuovo branch di nome testing2

git branch testing2



 e poi

git checkout testing2"


 
Modificate un file  ed eseguite

git add .


 e poi

git commit --m "testing2"



Poi ripassate al branch master

git checkout master


 Dovreste vedere tutto come era prima.
 
#Eseguire un merging dei branches

Supponiamo che le modifiche del branch testing2 non ci servano, allora possiamo eliminare questo branch. Spostiamoci prima nel branch master

git checkout master


poi digitiamo

git branch -D testing2"


 
Ora il branch testing2 è eliminato. Adesso vogliamo unire il branch test al branch master. Assicuriamoci di essere nel branch master ed inseriamo questo comando

git merge testing



 A questo punto potreste ricevere un messaggio di errore che vi parla di conflitti.
Questo succede quando sia nel branch  testing che nel branch testing2 abbiamo eseguito delle modifiche sullo stesso
file come nel caso nostro su prova. Ora se aprite il file in questione dovreste trovare una sezione come questa

<<<<<<<<<<<Head

----------------------
-----------------------


>>>>>>>>>>>>>>>>>>testing


In sostanza il testo che vedete subito sopra ai trattini è stato inserito con il branch testing2. Cancellate questo testo ed eliminate la sezione HEAD e le frecce e poi salvate. Ora dovrebbero rimanere solo le modifiche che abbiamo eseguito sotto branch testing. Adesso

git add . 


e poi

git commit --m "merge"



Ora rieseguite 

git merge testing

Eseguiamo il comando push per inviare in remoto il commit

git push -u origin master


 
#Pushing dei branches in remoto

Quando eseguiamo dei branches in locale non sono sincronizzati in remoto. Per condividere con il team un branch eseguiamo il push 

git push origin testing


Cioè origin è il branch master remoto e testing è quello locale che vogliamo unire. Ora dovreste vedere in remoto una situazione del genere





Se visitate il link dovreste veder il branch master che è quello del progetto su cui state lavorando e il branch testing che contiene le funzioni su cui state lavorando e che avete incluso. Creiamo adesso un brache testing3

git branch testing3

Spostatevi in questo branch ed aggiungete un nuovo file alla cartella del progetto di nome testing3.txt ed inserite del testo. Adesso 

git add .

 

  e poi 

git commit --m "testing3"



Ora spostiamoci nel branch master e da qui eseguiamo il push in remoto del branch testing3

git push origin testing3


 Ora il branch è on line ma non è compreso nel master, e quindi è una copia isolata che possiamo sfruttare per test senza compromettere l'orgine. Per sapere ogni momento in quale branch siamo eseguite questo comando

git branch
Pubblicato in Servizi web
Etichettato sotto
23 SP_MAGGIO 2017

Per rinominare un file del progetto per esempio il file prova1 eseguite questo comando

git mv prova1.txt prova.txt


Poi 

 

git add . 


 e poi 

git commit -m "rinominato prova1"


  e poi 

git push -u origin master
Pubblicato in Servizi web
Etichettato sotto
23 SP_MAGGIO 2017

Se durante un commit non vogliamo tenere traccia di un file possiamo spostarlo in uno status definito unstaged, cioè le modifiche non vengono tracciate. Eseguite questo comando

git reset head prova4.txt

Da questo momento ogni volta che eseguiamo un commit, questo file verrà ignorato. Per rimuovere un file dalla cartella del progetto e rimuoverlo dal repositorio eseguiamo questo comando per esempio sul file prova4.

git rm prova4.txt


Ora quando eseguirete delle modifiche e dei commit questo file non ci sarà. Eseguite il commit

git commit -m "eliminato prova4"


ora eseguite il push

git push -u origin master
Pubblicato in Servizi web
Etichettato sotto
23 SP_MAGGIO 2017

Quando apportate delle modifiche potete comunque sapere che tipo di modifica è stata apportata sull'ultimo commit eseguito con questo comando

git diff 


Per sapere invece tutte le modifiche

git diff --staged


Vi mostrearà tutte le modifiche ai files tracciati da Git.

Pubblicato in Servizi web
Etichettato sotto

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo